venerdì 24 giugno 2016



JOSE' CALVO SOTELO (Pontevedra, 6 maggio 1893 – Madrid, 13 luglio 1936) è stato un giurista e politico spagnolo, ministro conservatore, assassinato dai repubblicani.Nacque a Tui presso la città galiziana di Pontevedra. Studiò diritto ed economia. Divenne segretario dell'Accademia di Scienze Etiche e Politiche dell'Ateneo Mercantil de Madrid e professore universitario presso l'Universidad Central. Si iscrisse al partito conservatore di Antonio Maura.

Uomo politico di idee monarchiche e conservatrici, di intensa fede cattolica, fu eletto al parlamento spagnolo. Successivamente divenne ministro dell'industria dal 1925 al 1930. Leader del movimento politico Renovaciòn Espanola, rappresentò gli ideali conservatori spagnoli e anti-marxisti.

Fu mandato in esilio in Portogallo dal governo filo-marxista, nei primi anni della Seconda repubblica spagnola (1931-1934), nonostante fosse stato eletto deputato. Tornato nel 1934 grazie a un'amnistia del governo del biennio conservatore, alle successive elezioni del febbraio1936 riunì tutte le forze anti repubblicane nel Blocco nazionale, ma le elezioni le vinse il Fronte popolare.

Venne rapito e assassinato il 13 luglio 1936 da militanti socialisti. L'evento, che causò sgomento in tutta la Spagna, fu la causa scatenante dell'insurrezione nazionalista guidata da Francisco Franco contro il governo filo-marxista del Fronte Popolare che sarebbe sfociata nella Guerra civile spagnola.






IL CADAVERE MARTORIATO

I FUNERALI



MADRID il monumento a José Calvo Sotelo












LA CASA NATALE